Berna: Lavorate da casa!

Nuove restrizioni nella Confederazione Svizzera

0
483
Swiss Dogane
Swiss Dogane

Berna – Da oggi entrano nella fase clou le nuove restrizioni volute dal Governo svizzero per arginare la quinta ondata di contagi, con la Svizzera ormai quotidianamente sopra i 9 mila casi.

A balzare all’occhio è la misura in vigore da sabato in base alla quale ogni ingresso sul territorio federale deve essere accompagnato da un tampone molecolare negativo.

La Confederazione Elvetica è l’unico Paese insieme alla Gran Bretagna ad aver introdotto questa restrizione. Va però precisato che dal tampone sono esentati i frontalieri nonché i residenti nelle regioni di confine, a cominciare dalla Lombardia.

Dunque sostanzialmente per i nostri lavoratori e, ad esempio, per chi va a fare il pieno di carburante oltreconfine non cambia nulla.

Da oggi poi scattano anche altre importanti misure, per la cui applicazione il ministro federale Alain Berset ha chiesto “l’aiuto di tutti”.

In buona sostanza, la Svizzera ha formalmente deciso di allinearsi alla regola del “2G” – vale a dire vaccinati o guariti – con alcuni importanti distinguo, estendendo l’obbligo di “Certificato Covid”, l’omologo del nostro “Green Pass” alle manifestazioni all’aperto con più di 300 persone, raccomandandone poi l’uso anche «negli incontro in famiglia o tra amici al chiuso con più di 10 persone».

Dal Governo è però arrivato l’invito a ricorrere ove possibile al lavoro da casa. Provvedimento questo che riguarda da vicino anche tanti lavoratori frontalieri.

C’è un altro aspetto delle decisioni assunte venerdì da Berna con i crismi dell’urgenza che va rimarcato. Già perché il Governo ha deciso di non decidere, circa l’applicazione del “2G” sugli eventi, affidando agli organizzatori delle singole manifestazioni il compito di assicurare l’ingresso solo a vaccinati o guariti dal Covid.

Quanto alle mascherine – sul cui utilizzo all’aperto i Comuni si stanno nuovamente organizzando in proprio – Berna ha deciso che «dove vige l’obbligo di “Certificato Covid” varrà anche l’obbligo di mascherina».