LinkedIn, un portale sempre meno professionale e sempre più social

Il portale in declino rischia di perdere affidabilità.

0
536
Decline Linkedin
Decline Linkedin

LinkdIn è una rete sociale creata per professionisti e per il mondo lavorativo. Un portale dove puoi visionare curricula, puoi pubblicizzare la tua azienda, mettere in luce la tua professione, creare una rete professionale, ma qualcosa sta cambiando.

LinkedIn ultimamente sta diventando sempre più social. Non è difficile trovare posts non inerenti al mondo lavorativo, ma soltanto critiche alla società politica, il volersi mettere in mostra come modelli e influencers. LinkedIn sta diventando anche un social network dove la gente scarica il proprio odio. Si sta trasformando in Facebook, la piattaforma dell’odio.

Professionisti poco professionali che pubblicano il post festeggiando i loro 1000, 5000 o 10000 contatti. Quei contatti senza senso che non servono al tuo lavoro, non creano collaborazione, non portano clienti.

Così LinkedIn rischia di perdere credibilità, affidabilità. Così che LinkedIn rischia di chiudere.

Ma è giusto che LinkedIn, una piattaforma professionali si evolva, cambi in questo modo?

Il web è pieno di social network, Facebook, Twitter, Instagram, TikTok. Perchè allora trasformarlo e rovinarlo? Credo che gli admin della piattaforma dovrebbero rivedere le regole e cambiare il modo di gestirla, altrimenti in pochi anni sarà un social network creato per professionisti, ma formato da odiatori, influncers, e post con gatti sorridenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here