Il Consiglio nazionale vuole legalizzare la donazione di ovuli per le coppie sposate

La legalizzazione della donazione di ovociti elimina un primo ostacolo: il Consiglio Nazionale vuole rendere possibile la donazione di ovociti per le coppie sposate in cui il motivo dell'infertilità risiede nella donna.

0
501
donazione-ovuli

La legalizzazione della donazione di ovociti elimina un primo ostacolo: giovedì il Consiglio nazionale ha approvato una mozione del suo comitato scientifico. Secondo questo, la donazione di ovociti dovrebbe essere possibile per le coppie sposate in cui la causa dell’infertilità risiede nella donna.

La mozione intitolata “Soddisfare il desiderio di avere figli, legalizzare la donazione di ovociti per le coppie sposate” ha ottenuto una comoda maggioranza nella grande camera, come ha fatto nella commissione pre-consultiva. La decisione è stata presa con 107 voti favorevoli, 57 contrari e 16 astensioni.

Se anche il Consiglio degli Stati accetta l’iniziativa, il Consiglio federale deve creare la base giuridica e il quadro per la donazione di ovociti. Per fare ciò, deve presentare una tabella di marcia che affronti tutte le questioni aperte relative alla situazione.

Oltre alla donazione di ovociti, in Svizzera sono attualmente vietate la donazione di sperma e la maternità surrogata anonima. Nell’Europa occidentale, solo la Svizzera e la Germania hanno ancora un divieto alla donazione di ovociti.

GLP ha nuovamente sollevato la questione

Cinque anni fa, il Parlamento ha respinto una proposta per legalizzare la donazione di ovociti. L’innesco del rinnovato dibattito è stata un’iniziativa parlamentare della consigliera nazionale GLP Katja Christ (BS), ora sospesa a favore della mozione della Commissione. Il motivo è che l’amministrazione sarebbe stata incaricata di redigere un modello al momento del trasferimento dell’anticipo.

I fautori della legalizzazione sostengono che non c’è motivo per cui la donazione di sperma sia legale e regolamentata, ma la donazione di ovuli non lo è. L’allentamento delle disposizioni sulla procreazione medicalmente assistita mira a garantire che anche le coppie sterili che desiderano avere figli abbiano accesso alle cure pertinenti in Svizzera. Oggi, molte delle persone colpite vanno all’estero per realizzare il loro desiderio di avere figli.

“L’attuale divieto porta a un’inaccettabile disparità di trattamento”, ha affermato il portavoce della Commissione Thomas Brunner (GLP, SG) riassumendo l’atteggiamento della maggioranza. È giunto il momento di convertire la normativa obsoleta in una soluzione moderna e di porre fine allo “status esotico” della Svizzera.

La maggioranza del Comitato Etico Nazionale ritiene inoltre che il divieto di donazione di ovuli sia discriminatorio in vista della liceità della donazione di sperma e si basi su una discutibile giustificazione naturalistica.

Resistenza da SVP e centro

I rappresentanti del gruppo parlamentare SVP e parti del gruppo parlamentare di centro si sono opposti alla riforma socio-politica in seno al Consiglio nazionale. I critici hanno principalmente preoccupazioni etiche, ma anche mediche. Contrariamente alla donazione di sperma, la donazione di ovociti è una procedura fisicamente invasiva e potenzialmente pericolosa, ha affermato il portavoce della minoranza Alois Huber (SVP, AG).

Inoltre, gli oppositori dubitano che se la donazione di ovociti fosse legalizzata, un numero sufficiente di donne svizzere sarebbero disposte a donare per soddisfare la domanda. In questo modo, le donne provenienti da paesi economicamente svantaggiati potrebbero essere sfruttate per una donazione.

Consiglio federale scettico

Scettico anche il Consiglio federale: ha chiesto il rigetto della mozione, sostenendo che la valutazione della legge sulla medicina della riproduzione, recentemente modificata, prevista dalla legge non era ancora stata completata. I primi risultati sono attesi nel 2023. La donazione di ovuli deve essere valutata nel contesto dello sviluppo generale.

La Commissione per la Scienza, l’Istruzione e la Cultura del Consiglio degli Stati si occuperà successivamente della mozione. Anche con un trattamento rapido, potrebbero volerci anni prima che un bambino possa essere concepito legalmente in Svizzera con un ovulo donato. Un referendum e quindi un referendum sarebbe quasi certo se il parlamento votasse sì.