La Germania aggiunge la Svizzera all’elenco delle aree ad alto rischio

Nella lista anche Polonia, Liechtenstein, Giordania e Mauritius.

0
589
Germany Border
Germany Border

I viaggiatori non vaccinati provenienti da Svizzera, Polonia, Liechtenstein, Giordania e Mauritius dovranno affrontare regole di ingresso più severe quando si recheranno in Germania a partire da domenica prossima, 5 dicembre, poiché tutti e cinque sono stati inclusi nell’elenco delle aree ad alto rischio della Germania.

La decisione è stata annunciata oggi, 3 dicembre, dall’agenzia sanitaria tedesca per la prevenzione e il controllo delle malattie, il Robert Koch Institute (RKI), secondo SchengenVisaInfo.com .

“ I viaggiatori che hanno trascorso del tempo in un’area ad alto rischio devono portare con sé un risultato del test o una prova di vaccinazione o recupero e, se richiesto dal vettore, presentare tale prova ai fini del trasporto. In caso di permanenza in un’area di varianti di interesse, è ammesso solo un risultato del test “, osserva l’RKI, spiegando le regole di ingresso per chi raggiunge la Germania da un’area ad alto rischio.

Sottolinea inoltre che la prova ai fini del viaggio, nonché la prova della vaccinazione, del recupero o dei risultati dei test, dovrebbe essere caricata sul portale di registrazione digitale dell’ingresso einreiseanmeldung.de. Coloro che si registrano tramite questo portale riceveranno la conferma della registrazione nella loro e-mail, che dovranno portare con sé stampata o digitale quando raggiungono la Germania.

Anche i viaggiatori provenienti da aree ad alto rischio sono soggetti all’obbligo di quarantena. Tuttavia, coloro che caricano prove di guarigione o vaccinazione contro il virus non sono soggetti ad essa. Chi entra nel Paese con l’esito del test, invece, può uscire dalla quarantena solo il quinto giorno se si fa il test per il COVID-19 e risulta nuovamente negativo.

” Se hai trascorso del tempo in un’area ad alto rischio prima dell’ingresso, il test pertinente potrebbe non essere condotto prima di cinque giorni dopo l’ingresso (test per il rilascio possibile dal quinto giorno successivo all’ingresso), ” spiega l’RKI.

Aggiornando l’elenco dei paesi ad alto rischio, l’RKI ha anche rimosso dall’elenco Uzbekistan, Thailandia e St. Vincent e Grenadine, il che significa che i viaggiatori da questi paesi verso la Germania non sono soggetti alle restrizioni sopra menzionate. Gli stessi sono, tuttavia, obbligati a registrarsi prima di recarsi in Germania.

L’elenco delle aree varianti del virus è rimasto invariato dalla scorsa settimana ed è composto da:

  • Botswana
  • Eswatini
  • Lesotho
  • Malawi
  • Mozambico
  • Namibia
  • Zimbabwe
  • Sud Africa

La  Germania classifica 8 paesi come aree di varianti del virus, rimuovendone 7 dall’elenco ad alto rischio.

All’inizio di oggi, SchengenVisaInfo.com ha riferito che a causa della diffusione della variante Omicron e dell’aumento del numero complessivo di casi COVID-19, è ora quasi impossibile recarsi in Germania , poiché ieri le autorità tedesche hanno deciso di imporre restrizioni più severe su persone non vaccinate vietando loro di entrare in determinati luoghi come ristoranti, bar, musei, biblioteche e altro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here